LA VACCINAZIONE ANTI ROTAVIRUS: LA NOVITA’ NEL CALENDARIO VACCINALE DELLA REGIONE SICILIA

Home | Eventi | LA VACCINAZIONE ANTI ROTAVIRUS: LA NOVITA’ NEL CALENDARIO VACCINALE DELLA REGIONE SICILIA

LA VACCINAZIONE ANTI ROTAVIRUS: LA NOVITA’ NEL CALENDARIO VACCINALE DELLA REGIONE SICILIA

date evento: dal 24/11/2012 - al 24/11/2012
sede congressuale: Palermo, NH Hotel

La gastroenterite da rotavirus costituisce un importante problema di sanità pubblica: è infatti responsabile di circa un terzo delle forme di diarrea acuta a livello mondiale, senza significative differenze di incidenza tra paesi in via di sviluppo e paesi industrializzati dove, peraltro, è molto diffusa ma raramente letale: dei circa 600.000 decessi, registrati ogni anno nel mondo, solo poco più di 200 riguardano gli stati dell'Unione Europea e, tra di essi, solo una decina l'Italia. A fronte di queste cifre, va rilevato che la diarrea da rotavirus comporta un impegno estremamente oneroso per i diversi sistemi sanitari nazionali; limitandoci ai dati italiani, ammontano a diverse migliaia il numero dei soggetti ricoverati in ospedale, a decine di migliaia le visite ambulatoriali, mentre si contano nell'ordine di alcune centinaia di migliaia le richieste di visite domiciliari. Il rotavirus è solo occasionalmente associato ad eventi epidemici; ha carattere endemico con un picco stagionale, nei paesi come l'Italia, che si registra nei mesi invernali; la coincidenza temporale con le "classiche" patologie respiratorie dell'infanzia contribuisce quindi a determinare il sovraccarico delle strutture sanitarie interessate ( ambulatori pediatrici, quelli della continuità assistenziale, i Pronto soccorso ) con il conseguente affollamento delle corsie dei reparti pediatrici e i disagi organizzativi che ne derivano. Va rilevato ancora, che la diarrea da rotavirus rappresenta una delle principali cause di infezioni nosocomiali nei bambini; il 20% dei bambini ricoverati per RV hanno acquisito questa infezione in ospedale. La malattia comporta quindi un aggravio importante per la spesa sanitaria, sia per i costi diretti (ricoveri, visite, cure) che per i costi sociali (giorni di lavoro persi). La fascia di età più colpita è rappresentata dai bambini al di sotto dei 5 anni, e, in particolare quella dei lattanti tra 4 e 24 mesi. Sorgenti d’infezione sono rappresentate dai malati e dai soggetti con infezione asintomatica che eliminano il virus con le feci già prima dell’inizio della diarrea. Gli ambienti in cui è più facile la diffusione sono gli asili nido e la scuola dell’infanzia. La trasmissione dell’infezione avviene attraverso la via fecale-orale con le mani sporche, per via aerea, tramite goccioline in sospensione nell’aria, mediante acqua ed alimenti contaminati, mediante veicoli vari (biberon, giocattoli, oggetti d’uso); non è un fattore di rilievo il livello igienico-sanitario Le attuali misure preventive hanno una valenza limitata; la vaccinazione rappresenta quindi il più importante intervento di prevenzione verso le forme di gastroenterite severa. Sono attualmente disponibili due vaccini orali vivi contro il rotavirus, diversi nella costituzione e nella schedula vaccinale, ambedue dotati di un eccellente profilo di sicurezza ed un’elevata efficacia ( 85-98% ) nel ridurre le gastroenteriti gravi e i ricoveri ad esse associate. Essi possono essere cosomministrati con altri vaccini dell'infanzia DTPa, HBV, Hib, IPV, Meningococco coniugato e Pneumococcco coniugato Gli obiettivi di un programma di vaccinazione anti rotavirus possono essere così riassunti: • proteggere contro le forme moderate/gravi della malattia • prevenire le ospedalizzazioni • ridurre i costi diretti ed indiretti Il nuovo "Calendario Vaccinale per la Vita" esitato, di recente, dalla Regione Siciliana, ha previsto l'offerta attiva e gratuita del vaccino a tutti i nuovi nati . Dal punto di vista organizzativo,andranno perciò implementate tutte le iniziative utili a determinare il successo di questa vaccinazione, a cominciare dalle iniziative di formazione per medici igienisti, pediatri, personale sanitario dei centri nascita; ovviamente, determinante sarà l'attività di informazione e coinvolgimento dei genitori.

Documentazione:

Programma definitivo

Informazioni e Iscrizione

Sede congressuale:
Palermo, NH Hotel

Date dell'evento:
dal 24/11/2012 - al 24/11/2012

informazioni:

Richiedi la pre-iscrizione all'evento

Gentile utente, dopo aver richiesto la pre-iscrizione all'evento, troverai nella tua area personale lo "stato" della tua pre-iscrizione, i nostri operatori provvederanno a gestire prima possibile la tua preiscrizione e darti informazioni sulla disponibilità dell'evento.

 

 

 

Cliccando "Richiedi pre-iscrizione", acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi dell'Art 13 del D.lgs196/2003 e ss. mm. e del regolamento UE GDPR 679/2016 e dichiari di aver preso visione e di accettare i Termini e Condizioni di utilizzo del sito web visionabili al seguente link: http://www.cicacongress.com/condizioni.php . L'utente si assume la responsabilità dei dati inseriti.



Gentile utente, le iscrizioni a questo evento sono complete, potrai iscriverti solo se sei in possesso di un codice invito

Utilizza un codice invito      
Se sei in possesso un codice invito,
inseriscilo nel riquadro sottostante